martedì 5 settembre 2017

Giovanni Toti: "il turismo aumenta del 2,86% e chi ci lavora del 39,6%"... poi fate voi.

Sulla percentuale dei lavoratori che in Italia sta ipoteticamente aumentando, almeno è ciò che sostiene chi attualmente governa (prima Matteo Renzi ed ora Gentiloni del PD), il centro destra non ci crede e di conseguenza si fa le classiche due risate rispondendo così:

Brunetta: La modesta crescita dell’occupazione e’ tutta dovuta ai contratti a termine e come ormai accade da diversi mesi a dimostrazione della crescente incertezza delle imprese e della fine degli incentivi... il governo non fa altro che riproporre incentivi monetari per assunzioni, una improvvisa restrizione delle norme sui contratti a termine e crediti di imposta sulla formazione. Ricette discutibili e certo non adatte a creare stabilmente nuova occupazione, ma per costringere in una gabbia artificiosa il mercato del lavoro.

Toti: Più che un job act è un bluf act.
e via cantando.

Poi però spunta questa dichiarazione del Giovanni Toti (Forza Italia) e del Gianni Berrino (Fratelli d'Italia) in merito ad uno pseudo loro successo avvenuto in Liguria durante la stagione estiva 2017 per quanto riguarda il turismo e la sua forza lavoro.

Giovanni Toti: Boom di presenze turistiche nella nostra Regione, + 2,68% rispetto all'anno scorso, e rispetto allo stesso periodo del 2016 abbiamo una crescita complessiva di 9.587 contratti stipulati (+39,6%). Gli incrementi maggiori sono: nei bar e altri esercizi simili senza cucina, gelaterie, pasticcerie e ristorazione...(ved. Qui).

A parte il fatto che il vero boom l'hanno avuto tutte le altre Regioni italiane (Marche e Abruzzo a parte per i noti motivi) con percentuali che variano dall'otto al più 20% e non con quella percentuale ridicola di cui si vantano, ma mi si vuole spiegare il come si può, dopo aver incrementato le presenze dei turisti di un miserrimo 2,68%, nello stesso tempo ottenere un + 39,6% di forza lavoro?
Ma chi è quel fesso che ci può credere, eh?
Ed è possibile che a quei due non risulti nulla in merito al Decreto 25/2017 e susseguente ripristino con Decreto (il 50/2017) in merito ai vouchers?

La conclusione è una sola... ma la lascio a voi.
A me scappa da ridere, ma ridere tanto, neh!

3 commenti:

Luciano Ardoino ha detto...

... ma guardate che la cosa è strana ma strana davvero.
:)

sergio cusumano ha detto...

Non riescono nemmeno a capire la differenza tra determinato e indeterminato oppure lo fanno apposta

vinc ha detto...

Certo che sono bravi a far assumere la gente. :-DDDD

Ma il boom sarebbe quel 2 virgola qualcosa?

:-))))