domenica 8 ottobre 2017

... e gli asini volano

Occupazione in caduta libera in Liguria dove ormai pare chiaro che qualcosa non va.
Dal 2015 regna il CDX in questa Regione, e le cose sono addirittura peggiorate rispetto al passato dove la parte del leone la facevano gli altri, quelli del CSX.


Dal 2008, infatti, 42.481 posti di lavoro sono stati bruciati, e se consideriamo che di questi ben 20.000 appartengono al primo trimestre del 2017 (ved. qui), di cui 3.500 proprio nel turismo (alberghi e ristoranti)... che se aggiunti a quelli del secondo trimestre, sempre secondo i dati dell'Istat... il turismo, che dovrebbe essere uno dei settori di punta del nostro territorio, ha avuto una flessione dell’occupazione molto forte, e numeri che ampiamente ne spiegano l'infelice andazzo ed il non saperci fare dei preposti... vedi l'assessore Gianni Berrino & Co. che l'amministrano.
La Cgil parla di meno 8% della forza lavoro in questo comparto, mentre Unioncamere addirittura di meno 12% rispetto allo stesso periodo del 2016.


E altri 6.000 (Ilva) sono in procinto d'esser messi in esubero tra pochissimo tempo, e che portano l'assessore delle attività produttive della Regione, Edoardo Rixi (quello della Lega Nord implicato nelle spese pazze regionali... ostriche, gratta e vinci, fiori, biscottini e gite al luna park... per attività politiche, dichiara l'interessato), a rilasciare delle dichiarazioni che poco hanno a che fare con le normali procedure istituzionali per arrivare ad un accordo utile per entrambi i contendenti (minacce ricattatorie nei confronti della proprietà dell'Ilva per via di un certo terreno da questi occupato?).
Ma quando mai s'è visto l'approcciarsi istituzionalmente ad eventuali soluzioni con questi metodi?


Senza contare quei 67 licenziati dall'Ericsson che l'assessore Rixi (toh, di nuovo lui) s'era impegnato per cercarne il ricollocamento entro settembre 2017 (pare che siano parole sue).. ma siamo ad ottobre e della cosa non si sa ancora nulla.
L'addio della Piaggio... i drammi di H3g, Gitiesse, Carige e chi più ne ha più ne metta, portano questa Regione, favole a parte, a rimanere e giacere nelle retrovie nazionali.
E sarebbe questo il loro #ilventostacambiando?


Quindi, nonostante il loro continuo e periodico all'infinito:“tutto va bene Madama la Marchesa”... beh, il tutto va invece male, ma male tanto.


P. S.: Tra non molto (pochi giorni) avremo inoltre l'indiscussa possibilità di smentire definitivamente le loro menzogne in merito al presunto miglioramento delle presenze turistiche in questa Regione, a chiara conferma dell'inutilità di questi preposti.

E se qui in Liguria peggiora anche il turismo, la vedo brutta ma brutta ben... ed il motivo è solo uno (ved. qui)!

 

Nessun commento: