martedì 3 gennaio 2017

Dati sulle presenze nel turismo: una domanda intelligente però destinata al dimenticatoio

La domanda di Enrico Conti (Irpet) rivolta a Gianni Bastianelli, il DG dell'Enit, avvenuta durante un panel del BTO 2016, m'è parsa intelligente e finalmente qualcosa di davvero produttivo e innovativo... dal 45:47 al 47:48.


Infatti conoscere i dati in “tempo reale” delle presenze turistiche è di una importanza 
esagerata.
Ma per “tempo reale” si deve unicamente intendere quelli che puoi conoscere ogni secondo della giornata che ti viene in mente, sia per curiosità che per genio.
E non dopo dei mesi... e non servono a nulla nemmeno il riceverli dopo alcune o poche settimane.

L'importanza è racchiusa nel semplice fatto che un buon (ma buono davvero) responsabile del marketing, ecco che sa immediatamente il cosa c'è da fare... sia per ricuperare arrivi e presenze, sia per incrementare laddove ce n'è la possibilità.
E non solo gli arrivi e le presenze del ricettivo nazionale, bensì tutta una serie di informazioni fondamentali per lo svolgimento e la programmazione di un serio piano di marketing... ma secondo per secondo.
Esiste già al mondo?
No!

Però in Italia l'abbiamo, ma pare che a nessuno freghi niente... e questo nonostante, oltre al “regolare”, si abbiano le stesse risultanze anche per tutto il sommerso dello Stivale.

Gianni Bastianelli risponde che si stanno dando da fare presso l'osservatorio nazionale del turismo, che l'hanno a cuore e che faranno di tutto per... beh; vedremo il quando e il come lo faranno.
Ma ci credo poco ma poco ben... e questo a dimostrazione che... ma che lo dico a fare... that's Italy.


1 commento:

armel ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.