domenica 17 gennaio 2016

Con chi se la prende coi "piccoli" da sempre mi balocco e al fin della licenza io non perdono e tocco



… suvvia; mettere “fuori” uno stagista per il fatto che ha mangiato una brioche sulla scrivania dell'F&B manager, beh; mi pare davvero esagerato.

E ancor lo è più il cacciare la scuola alberghiera da dove questi proviene... te l'immagini la faccia “stupita” del Preside quando 'sto qui gli dice la causale?
Ma forse è anche meglio così, anzi, suggerirei a quel Preside di cambiare immediatamente destinazione per i suoi ragazzi... lì che cippa imparano se la direzione ragiona così?
Insegnare è bello ma bisogna saperlo fare.

Davvero un post che sa di vittimismo e di chi reagisce con l'arroganza tipica di certe persone che definire “provincialotte” è ben poca cosa, mentre poi il chiamare a raccolta gli amici del 2.0 o del settore per farsi aiutare e consolare... mentre dei commenti, a parte alcuni sensati (pochi pochi), è meglio non dire.
Manca solo che qualcuno lo volesse fustigare o mandare al rogo... ma loro non ne avranno mai fatti errori e di ben più grave importanza... considerato poi che presumibilmente (su, siamo umani e mica Dio) li fanno ancora?
Certo che se il settore turistico alberghiero è fornito di gente così, beh; è comprensibile il perché non è che la va così tanto bene, neh!

Non so cosa c'entri, o forse sì, ma 'sta cosa a me ricorda tanto l'ouverture di quest'anno al BTO 2015 da parte di Gigi Tagliapietra...una noia di rara preziosità mortale (imho)... e non vorrei aggiungere altro.


… e poi magari s'aspettava qualche piacevole commento da parte di chi gli ha allontanato un caro amico per quel motivo?




giovedì 14 gennaio 2016

Musei nazionali: 2,5 milioni di visitatori in più (20 mln di euro) ma 4 milioni sono entrati gratis...


Winston Churchill, che a quanto ne so, scemo non l'era di certo, sosteneva che gli unici dati di cui ci possiamo fidare sono quelli che abbiamo camuffato noi... e come dargli torto!

Quindi...
… Dario Franceschini, omaggiandosi di presunta gloria e fama, dichiara che nel 2015 (ved. qui) sono state 2,5 milioni quelle persone che, rispetto all'anno precedente, sono entrate nei musei nazionali.
L'introito monetario è stato pertanto di circa 20 milioni di euro nei confronti del 2014... dice lui.

Ora calcolando approssimativamente che nella prima domenica di maggio 2014 (record di presenze a gratis), i visitatori che hanno valicato l'ingresso nei Musei nazionali sono state 435.000, con una media presunta di 250/300.000 per le altre prime domeniche degli altri mesi, ecco che il totale dovrebbe avvicinarsi molto ai 4 milioni annuali, o su per giù intorno a quella cifra lì.
Dai, non stiamo a spaccare il capello va.

Bene, mi si vuole spiegare, per piacere, neh... se la differenza tra l'anda e rianda di quei dati elargiti alla moda del due per tre, e vale a dire che se ai 2,5 visitatori in più ci togliamo quei circa 4 milioni che sono entrati a gratis; come cippa hanno fatto a fare 20 milioni di euro in più?

Hanno forse raddoppiato in un anno il costo dell'ingresso (?), oppure ancora una volta,Winston Churchill, c'aveva ragione?

Vabbeh, spostate l'elefante va!! 





lunedì 11 gennaio 2016

Petrolio alle isole Tremiti: Dario Franceschini oggi qui e domani là, mentre dopodomani chissà dove sarà


S'era nel giugno del 2011 e il presidente del gruppo del Partito Democratico alla Camera dei Deputati, Dario Franceschini, sosteneva la protesta istituzionale e popolare contro la Prestigiacomo e all'autorizzazione ai sondaggi per la ricerca di petrolio nell'Adriatico centro meridionale, al confine con la riserva marina delle Isole Tremiti (ved. Qui).
Inutile dire che a quel tempo era il CDX a “regnare” e quindi...

Pare anche che il 2 ottobre 2012 con la sentenza del TAR del Lazio (ved. Qui) favorevole al ricorso presentato dal comune di Vieste, comune di Vico del Gargano, comune di Peschici, comune di Manfredonia, comune di Rodi Garganico con WWF Italia, Legambiente, LIPU e FAI sostenuti da regione Puglia e regione Molise contro il Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, il Ministero per i beni e le attività culturali, il Ministero dello sviluppo economico e la Commissione tecnica di verifica dell'impatto ambientale Via/Vas nei confronti di Petroceltic Italia s.r.L.

Mentre il 3 aprile 2014, il Senato italiano approvò a larghissima maggioranza un ordine del giorno che impegnava il Governo a sospendere tutte le attività concessorie riguardanti la ricerca e l'estrazione di idrocarburi liquidi che si sviluppano all'interno delle 12 miglia di linea marina rispetto alla costa adriatica, ma passa il tempo e...

… ed ecco che con il CSX al Governo... autorizzate le ricerche petrolifere davanti alle isole Tremiti con un decreto del ministero per lo Sviluppo Economico, per la cifra di 1.929,292 euro l'anno (ved. Qui).


Ma Dario Franceschini dov'è finito?... e come si cambia, neh!