lunedì 31 agosto 2015

I precettori del turismo italiano


Leggo un bel “pezzo” su Repubblica (interessante davvero... a parte alcune idee nei commenti degli intervistati che appaiono come scopiazzati da altri) in merito alle presenze turistiche nella nostra nazione, e toh che ci vedo (?); un bel +10% rispetto all'anno scorso.
Ma dai.

Vabbeh, questo vuol dire che 850 milioni di presenze (dati del 2014) con quel + 10% che riporta il fondo, ecco che nell'anno in corso si sono avuti 85 milioni di presenze in più nello Stivale.
Ma esaminiamo un pochettino la cosa va, e secondo le buone regole del gioco internazionali.

Ora è risaputo che ogni persona mangia +/- un etto di pane al giorno che moltiplicati per 85 mln fanno 8,5 mln di kg. i quali riportati in farina sono all'incirca 7,5 mln di grano duro, tenero e affini che siano (750.000 ton.).
Ai quali andrebbero aggiunti altrettanti di pasta se non qualcosa anche in più (dolci etc.), portando così il totale a 1,5/1,8 mln di tonnellate di cereali per sfamare tutta quella gente che quest'anno è venuta in più... dicono loro.

E mo calcoliamo l'immigrazione (il pane lo mangiano tutti) che quest'anno ha raggiunto il Bel Paese e il  numero è abbastanza altino, neh...
Beh, qualcuno mi spiega il perché nell'anno in corso l'importazione dei cereali è diminuita notevolmente mentre l'esportazione è aumentata di 157mln tonnellate (+11%) seppur il settore ha registrato un incremento del 3,5% della produzione?
Come picchio si fa ad importare di meno, ad esportare di più e ad avere 85 mln di presenze turistiche in più?

Forse che a quel +10% di turisti gli abbiamo dato le brioches... eh no, perché anche queste si fanno con la farina... o delle patate??

… oppure quel 10% non corrisponde al vero? … e così siamo alle solite, neh!

Mentre di avere i dati in tempo reale (giorno per giorno), giusti e impossibili da camuffare (oltretutto il programma l'è bello che pronto da circa tre anni), non se ne parla proprio, vero!









martedì 25 agosto 2015

L'Australia vola nel turismo per merito di qualche Legge ad hoc, un buon piano di marketing etc.

Raggiungere l'Australia, turisticamente parlando e non solo, è paragonabile a ben poche nazioni al mondo.

Diciamo tranquillamente che la destinazione non è che sia proprio a portata di mano, e detto, porta ovviamente i nativi ad ingegnarsi maggiormente per farvi arrivare i turisti stranieri.

Seguo abbastanza attentamente le varie vicissitudini turistiche australiane dal lontano 1984, e vale a dire da quando vidi per la prima volta Paul Hogan interpretare la famosa serie di spot televisivi (Shrimps on the barbie) per incrementare il turismo australiano... video marketing che mi entusiasmò non poco.
La serie poi durò la bellezza di sei anni con dei risultati inimmaginabili e fantastici... tutta la storia è qui.

Ma veniamo ai giorni nostri.
In Australia non esiste il ministro del Turismo ma il tutto è sotto l'egida del Ministro dell'Industria, Mr. Ian Mcfarlane, che con il non indifferente “aiuto” del ministro della piccola azienda (qui in Italia non esiste ma è esageratamente importante... imho) Bruce Billson, stanno ottenendo degli ottimi risultati in questo specifico settore.

Vera innovazione (non ci pensano nemmeno due minuti per capire il cosa andrà bene e ciò che non lo è... come esempio ved. qui), qualità a gogò e tutta quella marea di cose necessarie per far passare al turista il meglio che c'è e che possono offrire.

Ebbene, anche quest'anno le cose sono andate per il meglio, e alla fine di giugno 2015 l'incremento si è attestato sul 6,6%.
Recentissime e personali informazioni meritevoli di autenticità, però non ancora sul web e non presenti nemmeno nei loro archivi storici, danno il segno più di quella nazione sull'11 e rotti % alla data di ieri.
Chapeau!!

Poi, nei primi sei mesi dell'anno, le presenze dei lavoratori del comparto sono aumentate del 36% e del 63,4% con delle semplicissime Leggi ad hoc che hanno portato nelle casse governative molte più palanche di prima.

Ma come hanno fatto, quali Leggi hanno approvato, quale tipo di marketing etc... ? 

Mah, vallo a sapere... forse!!