sabato 21 settembre 2013

Ballegge

Due soldi di speranza li ho sempre avuti in tasca e questo nonostante che l’avvicendamento al comando del turismo l’abbiano ottenuto delle persone … lasciamo stare, va.

Ma con l’avvento di Andrea Babbi, il DG dell’Enit, credo d’averla spesa tutta e le palanche della speranza, zac, sono scomparse di botto.

E dire che per due minuti e pochi secondi ci avevo creduto, mannaggia a me.

Comunque sia, ieri l’altro, al Consiglio dei Ministri, viene presentato e discusso il progetto “Destinazione Italia” dove tra l’altro, per favorire la ripresa nazionale, a pag. 23 (Misure per un Turismo capace di cogliere le opportunità globali), fa capolino la seguente dicitura (ved. immagine sotto).


Che a quanto pare dovrebbe essere addirittura opera del DG dell'Enit, considerato che se la pubblicizza sul web ...


Mentre il Babbi poco prima ne affermava l’impossibilità (promo commercializzazione) per via di una sconosciuta Legge, e vale a dire che secondo lui ne esisterebbe una che vieterebbe all'Enit di poter fare intermediazione o se volete la promo commercializzazione, mentre qualche mese prima la pensava diametralmente all'opposto ... e prima ancora (ved. qui).

Bum! ... ed è mai possibile che passi da una opinione all'altra nel breve spazio di poco tempo?
E ... dov'è finita la "sua" Legge?
Oppure vuoi vedere che hanno avuto bisogno di leggere su queste pagine che quella Legge era una bufala ... non di mozzarella, neh!

Tempo fa leggevo che Il Babbi si trovava in difficoltà per via di alcune incomprensioni interne nell’ente e bla bla bla, e che aveva l’intenzione di ritornare laddove era venuto, ventilando l’uscita di scena … cosa che tra l’altro non mi turba i sogni e nemmeno la veglia.
Se ne va?
Chissenefrega!
Il peggio che può succedere è che tutto rimanga esattamente come adesso e che quindi il non peggiorare è già di per sé una buona cosa.
Amen!

P. S.: Serve dell’altro per far capire che quella Legge non è mai esistita e che di balle nel turismo ne abbiamo due bocce (balle) così. 








Nessun commento: