mercoledì 28 agosto 2013

In venti e pochi più giorni i turisti stranieri sono aumentati del 31% rispetto al 2012 ... dicono loro.

Cliccare sull'immagine per vedere il video


Giornalista: “… gli italiani che si sono concessi una breve vacanza, tra giugno e settembre, sono stati quasi l’un per cento in più dell’anno passato e sono aumentati anche gli stranieri che privilegiano montagne e città d’arte. Più 31% (trentuno) rispetto al 2012”.


Massimo Bray: Beh, abbiamo i primi dati che sono positivi e confermano che i turisti stranieri apprezzano il nostro Paese, apprezzano i luoghi d’arte, le città d’arte.
Ci sembra indovinata la scelta che il Governo ha fatto i primi di agosto con il Decreto valore Cultura dove abbiamo sottolineato l’importanza del valore di Pompei. Pompei sarà il biglietto da visita di un paese che vuole mostrare il valore dei suoi tesori d’arte e vuole anche saper dimostrare la capacità di gestire i Beni Culturali …

Beh, a parte quel 31% che ovviamente è un lapsus di chi ha scritto il fondo per il giornalista che l’ha replicato (poteva anche evitarselo) ma vorrei capire il come può essere autorevole e veritiero il fatto che abbiano incrementato il turismo nelle città d’arte in venti e pochi giorni, e per il solo motivo d’aver redatto un Decreto sulla Cultura (2 agosto 2013).
Vuoi vedere che tutto il mondo stava in trepidante attesa per l’attuazione di detta cosa e per poter scegliere poi l’ambita meta?
Ma per piacere!

E che cippa può essere cambiato in venti e pochi giorni in più per quel dato settore?
Forse che Pompei e affini abbiano raggiunto in un battibaleno qualche decina di milioni di visite in più in tre settimane?
Vabbé, non voglio aggiungere altro poiché è abbastanza illogica la cosa che non credo serva dell’altro.

Ma questa dichiarazione conferma che la presa per i fondelli per il popolo italiano e soprattutto nei confronti di chi lavora nel turismo, continua nella stessa misura dei tempi passati e che non cambierà niente in un prossimo futuro.
Portandomi alla ovvia considerazione che tra la Brambilla, Gnudi e Bray non è cambiata una benemerita mazza di niente.

Speriamo nel prossimo/a perché non credo ci sia altra soluzione.

Nota Bene: il ministro Bray ha anche detto (ved. video) che per il superamento dell’Imu non verranno assolutamente messe delle nuove imposte … ma in verità, per ovviare a quei miliardi di mancato gettito, aumenteranno le
Però preferendo rimanere ancora nell’ambito dell’educazione a qualsiasi costo … non aggiungo più niente.

Ma una cosa la posso ancora dire, e questa è che di certo, Massimo Bray, sarà ricordato alla medesima stregua della Michela Brambilla … e detto a prescindere dalle proprie e personali ideologie politiche.

Complimentoni!














5 commenti:

frap1964 ha detto...

Sul turismo non han fatto ancora una mazza e gli stranieri son aumentati del 31% ?
Stai a vedere che la strategia migliore è evitare che, almeno, si facciano altri danni... :-D :-D

Luciano Ardoino ha detto...

E qui

vinc ha detto...

Questi avranno anche le loro colpe ma chi li ha messi lì a rovinare la gente ..........

+31% in 3 settimane e per merito di un decreto sulla cultura ??????????

Come fanno a pensare che qualcuno ci possa credere?



sergio cusumano ha detto...

@Vinc

Quelli che ci credono o fanno finta esistono da sempre e sempre ci saranno.

Poi caso vuole e forse capita che vincono qualche concorso, prendono qualche gara o bando e ............

Jennaro ha detto...

@Luciano

Può darsi, come dice l'articolo che hai linkato, che l’inglesismo faccia sempre chic, ma secondo me, sublimare i clandestini in tourist, i barconi in yacht e l'Imu nella Taser ... la percentuale del 31% può solamente essere riferita alla gradazione alcoolica cui fanno uso questi signori prima di promulgare certe str(anezze)...

:-)