martedì 13 novembre 2012

Turismo: Più 20% di turisti nazionali e più 30% di quelli esteri a ...


Dopo esserci auto seviziati per anni nella maniera più inconcludente che esiste, finalmente un argomento appassionante in Italia in merito agli arrivi turistici, e i dati ci dicono che questa è stata un’estate fantastica sotto l’aspetto delle presenze turistiche, e se tanto mi da tanto, anche l’autunno si preannuncia esageratamente produttivo.
Parlo di Sporletto, Gambalonga, Rondina e Marozia.

Quattro paesini, ma neanche poi troppo paesini, poiché la popolazione in ognuno s’aggira ormai intorno ai 20.000 abitanti.
E che quest’anno hanno fatto l’amplein con cifre che sfiorano il 20% di turisti italiani e addirittura il più 30% per quelli esteri … dati sui pernottamenti rispetto all’anno precedente.
Un grande successo che andrei ad esaminare per bene, anche perché si potrebbe copiare.

Va subito detto che stranamente ogni paese dei “Magnifici quattro” ha una differente giunta comunale: a Sporletto (che è sul mare) “regna” la destra mentre a Gambalonga (pianura) l’organo collegiale è formato dalla sinistra; a Rondina (collina) c’è il centro ed infine a guidare Marozia (montagna) è presente una lista civica che praticamente li raggruppa tutti.
Strano, né?

Comunque sia, i preposti al turismo dei 4, non appena eletti e quindi nominati dai vari Sindaci, hanno deciso d’incontrarsi e programmare uniformemente un piano per ottenere l’agognato benessere per i cittadini ivi residenti.
Dapprima hanno optato di far ripulire completamente le rispettive località e di rendere accessibile ai turisti di tutto il mondo le spettanti loro destinazioni.
Dopodiché, lancia in resta, hanno chiamato a raccolta tutti gli operatori del comparto e il risultato è stato che l’impegno ha sopperito la carenza dell’esperienza, anche perché, subito dopo, l’immissione di grandi esperti settoriali provenienti da altri luoghi d’Italia, ha poi dato il “LA” al radicale cambiamento dell’ambaradan.

Attualmente tutti (nessuno escluso) gli alberghi, i B&B, gli agriturismi eccetera eccetera, dispongono di un valido e buon sito, e non quelli da quattro soldi bucati che ahinoi si vedono in giro, e la destagionalizzazione è una cosa molto seguita, e non un perpetuo e ridondante bla bla bla.
Siti dove al fine (home page) è addirittura mancante la P. Iva che per l'Agenzia delle Entrate questo comporta (previsto dal DPR 633/72) anche delle multasse di non poco conto, comunque sono fatti loro, e non posso far altro che ricordarlo su queste pagine.

In poche parole, le quattro località, in perfetta sinergia e alternandosi l’uno con l’altro, se ne studiano sempre qualcuna per invogliare il turista ad arrivarci.
La genuina accoglienza e il professionale saper far vivere bene il turista, fa il resto.

Poi c’è la rete wi-fi, ottenibile attraverso la “4 villages card”, che permette la fruizione sul comprensorio di tutti i servizi, trasporti compresi, e che dà diritto all’ingresso gratuito a tutti i musei e all’uso di trasporti pubblici; per i possessori della card è previsto anche uno sconto nei ristoranti e negli stabilimenti balneari.
Si acquista on line, telefonicamente e agli infopoint.
Infopoint che sono sempre aperti anche nei weekend e con addetti bilingue e trilingue anche dei Paesi del Brics, e per lo più gestiti da studenti universitari Erasmus che sono presenti semestralmente e quindi a rotazione.
Che poi a loro volta ne fanno un esagerata e buona reclame.

Nessuna “guerra” tra gli operatori, ma un sistema dove ciascuno lavora per il successo delle Destinazioni. Le discriminanti tra le imprese del settore sono la qualità dei servizi offerti e la professionalità del personale addetto.   
È on line Visit 4 Villages e tutto quello che serve per essere informati su  eventi, itinerari e attività dei “Magnifici 4”. In italiano e inglese è un punto di riferimento per i visitatori e i potenziali turisti.
C’è poi “Goforfourvillages”, l’app per Iphone e Android, scaricabile gratuitamente, e agli ospiti più tecnologici, l’applicazione consente di prenotare i servizi e conoscere in tempo reale tutte le attività proposte dalle Destinazioni.
Quindi la mobilità completa con la  4villagesgreenway, la rete di piste ciclabili e i potenziati vettori, le navette, i bus del servizio 4villagesShuttle, che permette di affinare la viabilità, non compromette l’ambiente, abbatte l’inquinamento e migliora la vivibilità della Destinazione per visitatori e residenti.

Infine per dialogare con le Destinazioni, partecipare ai concorsi e vincere premi, ottenere riduzioni, Facebook eTwitter sono i social al servizio di ospiti e ospitanti, mentre per mantenere l’interazione viva e continua, un team dedicato risponderà celermente anche a reclami e suggerimenti.

Ma non si può certo dimenticare il corpo di Polizia Turistica, che contribuisce alla serenità del soggiorno essendo addestrato a trovare la soluzione ad ogni eventuale problema insorto durante la vacanza. Di recente istituzione, ne fanno parte addetti che hanno già concluso il percorso formativo ad hoc.

Da un anno è stata aperta una scuola alberghiera di perfezionamento, la GaSpRoMa (dalle iniziali dei 4 paesi) gestita da veri professionisti del settore, nonché sulla falsa riga di quella Svizzera, la EHL di Losanna tanto per intenderci, che in un triennio prepara il personale alberghiero in un modo sopraffino.
Non è di grandi dimensioni, ma finito il primo triennio, ogni anno 75 nuovi ragazzi troveranno certamente lavoro nel comprensorio nonché nelle zone limitrofe.
Attualmente, per via di accordi con la Regione, essi possono prestare servizio (3 ore al giorno) presso gli alberghi e ristoranti, affinando con dei “maghi” le proprie conoscenze didattiche.
Inutile dire che gli stessi Capi Servizi (i maghi) contribuiscono poi allo studio di questi nella scuola alberghiera.
Per darci un taglio, questo è stato di grande utilità per implementare il rapporto tra l’industria turistica e le istituzioni scolastiche, come già anticamente avveniva in Italia, ma poi

La classificazione alberghiera e ristorativa avviene tramite l’inserimento di dati di qualità, da parte dei gestori o proprietari alberghieri/ristorativi, che è stata temperata attraverso delle spunte pertinenti alle richieste dei turisti e che sono state sommate a quelle già esistenti sulle varie metrature e accessori.
Poi, una squadra di qualità composta da grandi professionisti che hanno stazionato nel settore per innumerevoli anni e con degli ottimi risultati internazionali, è perennemente in movimento, rilasciando delle memorie dove vengono incluse tutti gli eventuali suggerimenti e le possibili migliorie che gli albergatori e i ristoratori devono effettuare per mantenere costante la qualità.

Da un po’ di tempo alcuni paesi limitrofi stanno cercando di entrare nel comprensorio per ottenere il medesimo benessere dei sopra citati, e questi sono Farnazza, Brastubo e Cinippa … ma come al solito finirà che non faranno una mazza, un tubo e una cippa.

Infatti è inutile stare ad aspettare per guardare se anche loro arriveranno a capirlo, poiché con poche parole succederà ciò che è accaduto in passato per Tralinchia e Bestazzo … a voi la rima!




13 commenti:

Gianni ha detto...

A volte ritornano


CptC ha detto...

@Luciano

Quando la finirai di dare consigli senza farti pagare?

Qui li paghiamo e anche bene.
E lo sai

:-)

Luciano Ardoino ha detto...

@CptC

Credo che siamo agli sgoccioli


:)

sergio cusumano ha detto...

ha ha ha

grande

sergio cusumano ha detto...

E sobno d'accordo con il capitano sul fatto dei consigli gratis


Qui poi ce ne hai messo una buona fetta.

Luciano Ardoino ha detto...

Un buon agricoltore semina per raccogliere.
Se poi viene il diluvio, i parassiti e compagnia bella, beh; pazienza, ma si deve seminare sempre.
Sennò...

:)

B. C. ha detto...

L’adozione da parte della Commissione Europea della nuova Comunicazione strategica che ha per obiettivo la revisione delle politiche relative al rilascio dei visti d’ingresso nell’Ue rappresenta un primo passo fondamentale per incrementare la crescita dei flussi turistici”. Lo dichiara Renzo Iorio, presidente di Federturismo Confindustria. “Il turismo, che nel 2011 ha dato lavoro a 18,8 milioni di persone nell’Ue, è una delle principali fonti di occupazione ed una formidabile leva di sviluppo e di creazione di ricchezza che non possiamo più sottovalutare – continua Iorio – Con questa comunicazione viene ribadita l’urgenza di rendere più snelle e veloci le procedure presso tutte le sedi consolari per agevolare l’ingresso nell’Ue di nuovi turisti. Tra l’altro per garantire una maggiore fluidità nel disbrigo delle pratiche – conclude Iorio – si potrebbero utilizzare, in particolare nei periodi di alta stagione, le risorse umane dislocate all’estero anche tramite progetti di scambio con le università, proponendo stage consolari”.

B. C. ha detto...

Due anni di cassa integrazione a zero ore per metà dei dipendenti, ovvero un centinaio, per riportare al pareggio di bilancio la Catullo Spa, la società di gestione dell'aeroporto di Verona, che ha chiuso il 2011 con 26,6 milioni di perdite. A pesare sui conti ha contribuito il contratto con Ryanair (nel 2011 la Catullo ha dovuto dare 7 milioni di incentivi agli irlandesi, che hanno abbandonato lo scalo poche settimane fa) e la pesante flessione del segmento charter, causata dalla instabilità politica nel Medio Oriente e dalla crisi globale, che ha determinato nel 2012 una perdita di circa 150 mila passeggeri rispetto al 2011, che già aveva registrato una perdita di circa il 17,1% rispetto al 2010. Nel frattempo la Catullo ha messo in liquidazione la controllata Avio Handling (dove lavorano altri 200 dipendenti)

B. C. ha detto...

Trend a velocità diverse per il turismo incoming nei Paesi dell'Europa, ma con l'Italia cresciuta del 4 per cento nel 2011.

È quanto emerge da uno studio di Itb Berlin e Ipk International per sondare le conseguenze della crisi dell'euro sulle mete turistiche nel Sud Europa.
Uno studio che rivela, tra l'altro, un impatto particolarmente negativo del fenomeno sul settore turistico in Grecia.

Secondo Itb e Ipk, lo scorso anno il numero di arrivi da Germania e Gran Bretagna sono scesi rispettivamente del 3 e dell'1 per cento, mentre la riduzione dalla Spagna è stata del 18 per cento.
Paesi emergenti come la Russia e la Polonia, però, hanno avuto un notevole sviluppo, e l'Italia ha usufruito di un aumento del 2 per cento nell'inbound.

Nel 2012 il numero di arrivi dalla Gran Bretagna è aumentato del 5 per cento, con cifre praticamente invariate dalla Germania e un calo considerevole dall'Italia: meno 14 per cento. La Spagna è però sempre più apprezzata nei nuovi mercati, con percentuali di crescita a due cifre nel numero di arrivi da Russia e Scandinavia. In totale i viaggi in Spagna sono aumentati del tre per cento.

In Portogallo abbiamo una situazione simile. Come conseguenza della primavera araba, il numero di visitatori era aumentato di circa il nove per cento nel 2011. Nel 2012 si è avuto un gradito aumento del quattro per cento nel numero di viaggi dalla Germania, con cifre ancora più positive per quanto riguarda la Russia e i Paesi scandinavi. Come prevedibile, si sono riscontrate forti perdite negli arrivi da Spagna e Italia. Complessivamente i viaggi in Portogallo sono aumentati del tre per cento nel 2012.

"I flussi di visitatori diminuiscono in modo particolare tra i Paesi in crisi – osserva Martin Buck, direttore Centro competenze viaggi e logistica di Messe Berlin -. La domanda turistica dell'Europa centrale è praticamente stabile e addirittura in aumento dai nuovi mercati. Questo studio mostra, quindi, la complessità delle interrelazioni tra la crisi dell'euro e il turismo nell'Europa meridionale".

vinc ha detto...

@Luciano


Un progetto perfetto!

Quanto costerebbe?

B. C. ha detto...

Il sito di recensioni di viaggio TripAdvisor ha annunciato oggi i vincitori 2012 dei 'Travelers' Choice Destinations on the Rise'. I premi individuano le destinazioni che hanno registrato il maggior incremento di recensioni positive e di interesse da parte dei viaggiatori, anno su anno.

Napoli si posiziona quinta nella top 10 europea, conquistando l'apprezzamento dei viaggiatori di tutto il mondo grazie alle sue bellezze, come il centro storico elencato dall'Unesco come Patrimonio mondiale dell'Umanita', e le innumerevoli chiese storiche per le quali Napoli e' stata nominata la 'citta' dalle 500 cupole' nei secoli passati.

Degno di nota anche il posizionamento di Torino, terza nella classifica europea e decima nella top 10 mondiale.

Notorius G. ha detto...

Strategie di co-marketing turistico. Marozia ha dato l'esempio, e pure basterebbe così poco per trasformarlo in realtà... Alcuni degli interventi sarebbero perfino a costo zero!

Grazie Magister..

Notorius G.

Luciano Ardoino ha detto...

@G.

Ma anche le altre sono di facile accesso monetario.
Non va dimenticata l'industria e ciò che l'Europa "offrirebbe" per l'innovazione.

Che quasi quasi si potrebbe anche dire: a costo zero!

;-)

Pubblicità

.