martedì 11 ottobre 2011

E adesso come si fa a credere ancora ai dati della Banca d'Italia ?

Qualcosa fiutavo sui dati della Banca d’Italia e c’è voluta l’ennesima auto acclamazione della Brambilla per far si che mi ci mettessi di buona lena per vedere un po’ … ma ve lo dico dopo.
Lei s’osanna con i loro ultimi dati sulle presenze turistiche estere, e l’autorevole (forse) fonte sopra citata ne conferma l’eccellente andazzo.
Il problema, intendo per me, che queste “cosine” le seguo abbastanza, è che questi “favolosi” o “eccellenti” dati per il mese di luglio 2011, mi risultano impossibili a darsi e a dirsi.
Luglio è stato un mese abbastanza freddo che ha portato molti balneari a lamentarsi dell’infelice e catastrofico tempo atmosferico.
E il balneare (turismo) è quello che in estate "tira" per la maggiore ... naturalmente in percentuale di presenze.

In Liguria si parlava addirittura di un -25%, ma meglio non stavano neanche le altre Regioni (pochissime eccezioni a parte) e quindi i “buoni” dati della Brambilla e della Banca d’Italia … snif snif, mi puzzano un po’.

Allora apro il file della Banca d’Italia, scarico il mese di luglio 2011 e dopo poche righe scorrendo il link che porta la dicitura (TAV. T10P-S) che è poi quello dei pernottamenti stranieri nelle Provincie d’Italia, trovo che in quella di Bolzano (la prima che prendo in considerazione) i turisti stranieri che hanno pernottato nel 2010 (primi sette mesi) furono 6.662.000 con 2.114.000 visitatori, mentre quest’anno il numero è 2.820.000 con 1.046.000 arrivi.
Ma com’è possibile che in sette mesi quella ridente provincia abbia perso qualcosa come e quasi 4 mln di pernottamenti se paragonati al medesimo periodo dell’anno scorso?

Allora decido di fare una telefonata nel Trentino, un messaggio anda e rianda, due click sul sito dell’ASTAT (Istituto Provinciale di Statistica di Bolzano) e m’informo che

Mese 2010
Arrivi ITALIA
Presenze ITALIA
Arrivi ESTERO
Presenze ESTERO
Arrivi Totale
Presenze Totale
Gennaio
242.283
1.163.671
268.168
1.432.389
510.451
2.596.060
Febbraio
208.130
940.056
293.755
1.723.783
501.885
2.663.839
Marzo
146.933
694.157
261.904
1.479.499
408.837
2.173.656
Aprile
81.994
287.996
212.266
1.077.482
294.260
1.365.478
Maggio
62.404
185.945
298.680
1.288.338
361.084
1.474.283
Giugno
101.574
383.681
323.834
1.612.863
425.408
2.038.271
Luglio
320.303
1.714.741
412.910
2.240.937
733.213
3.955.678
TOTALE
1.163.621
5.370.247
2.071.517
10.855.291
3.235.138
16.267.265




Mese 2011
Arrivi ITALIA
Presenze ITALIA
Arrivi ESTERO
Presenze ESTERO
Arrivi Totale
Presenze Totale
Gennaio
261.907
1.228.660
274.625
1.505.538
536.532
2.734.198
Febbraio
187.953
804.304
267.737
1.560.393
455.690
2.364.697
Marzo
166.598
780.770
264.847
1.526.749
431.445
2.307.519
Aprile
64.961
198.431
245.786
1.125.711
310.747
1.324.142
Maggio
51.276
151.603
230.975
1.028.248
282.251
1.226.679
Giugno
116.002
409.997
409.211
1.979.843
525.213
2.389.840
Luglio
319.312
1.726.713
460.735
2.379.879
780.047
4.106.592
TOTALE
1.168.009
5.300.478
2.153.916
11.106.361
3.321.925
16.453.667


Completamente diversi !

Quindi i dati della Banca d’Italia sono fasulli?
E pertanto anche quelli “gaudenti” della Brambilla lo sono.
Eh già, perché se ne ho controllato uno e in quello solo c’è tutta questa disparità, figurati gli altri.

Ecco così la fine di un mito!
Hei, non certo la Brambilla di mito, ma la Banca d’Italia, che prima di “quest’affare” la credevo un ideale.

E se per caso hanno sbagliato quelli di Bolzano (?) … ma no, non ci credo per niente, troppo precisi da quelle parti.



22 commenti:

sergio cusumano ha detto...

Alè!

;-)

frap1964 ha detto...

“Luglio - prosegue Bocca - ha mostrato una stagnazione complessiva delle presenze alberghiere, caratterizzata da un +1,3% di italiani ed un -1,3% di stranieri.
Agosto, al contrario,...


Secondo Bankitalia a luglio 2011 i viaggiatori stranieri pernottanti sarebbero aumentati dell'11% e il numero dei pernottamenti sarebbe cresciuto dell' 8,7% rispetto al luglio 2010.
La spesa totale degli stranieri in alberghi e villaggi, sempre nel confronto luglio 2010-2011, sarebbe passata da 2.054 milioni di euro a 2.489 milioni di euro.
E se la matematica non è un'opinione, questo significa un aumento secco di oltre il 21%.

Se ne deduce che o gli stranieri in Italia boicottano sistematicamente gli alberghi degli associati di Bernabò, oppure... :-)

P.S. Ora vorrei proprio vedere i dati di Bankitalia di agosto 2011.

Luciano Ardoino ha detto...

Stavo giusto controllando un'altra provincia, ma i dati di questa non sono certosini come Bolzano e ho desistito.
Che pena, sic!
Certo che nel TAA sono molto precisi, semplici e nelle disamine raccolgono il meglio con delle vere inchieste statistiche.
Era da tempo che non guardavo i loro giornali sul turismo e sono più di due ore che non riesco a staccarmi da queste.
Veramente bravi, professionali e c'è molto da imparare!!!

frap1964 ha detto...

"Alla luce di questi dati - aggiunge Bocca - i primi otto mesi 2011 (rispetto allo stesso periodo del 2010) portano a segnare un più che significativo +1,9% di presenze, con gli italiani ad un +0,9% e gli stranieri ad un +2,6%."

Peccato che sempre secondo Bankitalia, nei primi sette mesi, l'aumento percentuale degli stranieri rilevato sia praticamente il doppio (viaggiatori con pernotto +5,1% - numero pernottamenti + 5,2%).
Per cui vista l'ottima performance agostana dichiarata dei Bocca-loni

"Agosto, al contrario, ha rappresentato la vera sorpresa dell’estate... addirittura un +8,4% di stranieri, ad evidente conferma dell’ottimo rapporto qualità-prezzo espresso dalle nostre strutture ricettive."

non si capisce come caspita avrebbero fatto a dimezzare la percentuale d'aumento degli stranieri totale in un solo mese (quello migliore!).

Misteri della statistica turistica italiota. :-)

frap1964 ha detto...

"Penso soprattutto al nostro impegno sul fronte della promozione e della commercializzazione del brand Italia sui mercati tradizionali ma specialmente nelle grandi economie emergenti, che infatti rispondono con ingenti incrementi dei flussi. Su questi Paesi abbiamo realizzato un grande investimento anche in termini di risorse e l'Enit ha svolto e sta svolgendo un'azione incisiva, che promette di dare frutti ancora maggiori negli anni a venire."

Brambi, magari se i dati li leggi davvero, ti accorgi che anche assegnando il totale incremento di Asia-Altri all' India, il totale incremento dei paesi BRIC arriva ad un +215.000.
La sola Francia ha fatto +315.000.
Il totale incremento Europa-UE +1.163.000, cioè oltre 5 volte il totale dei quattro paesi BRIC.
E nonostante la frescaccia del magico tour.

Ma ingenti deche? :-)

Luciano Ardoino ha detto...

Dove hai preso quel 350.000 della Francia?

.. e quelli dell'Europa?

:)

P.S. Hai chiuso il tuo blog?

:(

frap1964 ha detto...

Tavola di riferimento: TAV. T3V-SP
dei dati Bankitalia di luglio.
Periodo di confronto Gen-Lug 2010-2011.
Basta fare qualche somma e/o differenza.

Il mio blog è open... ma novità particolari non ce ne sono (però la notizia ultima del FQ sulle consulenze è passata un po' in sordina, nel complesso, imho).

Luciano Ardoino ha detto...

OK ho visto la tabella.

Però nel tuo i commenti sono chiusi e c'è quel Magic Redirect di cui non ho capito un tubo e che mi porta in Aruba ...

Sob!

:(

frap1964 ha detto...

Non si capisce come e perché... ma da WP avevano evidentemente deciso di chiudere i commenti automaticamente sui post + vecchi di 5 gg.
Ho cambiato l'opzione.

Riguardo il magico redirect: han fatto tutto il magico tour, hanno registrato il dominio www.magicitalyintour.com e non l'hanno mai rediretto sul sito www.italyvisitsyou.com.
Si fa dal pannello clienti di Aruba.
Son le nuove frontiere del web marketing; non a caso c'era un apposito esperto. ;-)

frap1964 ha detto...

A proposito... per la serie

"ad ogni euro che spendiamo voglio un nuovo turista che arrivi" [MVB - 2/7/2008].

Il magico tour è costato, come minimo, tremilionitrecentomila euro, esclusi i contributi regionali e dei vari consorzi.
Al momento il totale incremento 2011 Europa-UE dei viaggiatori (per vari motivi) è: +1.163.000 .
Ergo avremmo leggermente toppato, al momento, solamente del 200% (come minimo).

Quanto ci costa invece l'ambaradan del BRIC, come investimento, in rapporto agli odierni ingenti incrementi dei flussi dai rispettivi paesi ?

Luciano Ardoino ha detto...

@frap

Mi ero dimenticato di quella dichiarazione della Brambilla ... un turista ogni euro ...
La notizia è da vignetta.

;-)

sergio cusumano ha detto...

@Luciano
Come al solito .....

......La richiesta di ammissione alla legge Marzano, e quindi l’amministrazione straordinaria, sarebbe ormai molto più di una ipotesi per Valtur. Lo anticipa questa mattina il quotidiano economico MF, secondo il quale l’eventualità è stata attentamente valutata dal consiglio d’amministrazione dell’azienda turistica controllata dalla famiglia Patti già nella riunione di lunedì scorso. Nessun atto concreto in questo senso sarebbe stato per ora ancora compiuto. La società, che dal 1998 è di proprietà degli industriali trapanesi, non riesce a trovare una soluzione al problema del debito di 300 milioni. Difficile definire la rimodulazione ed assieme l’abbattimento dell’esposizione con gli istituti di credito. Altrettanto complicato trovare un cavaliere bianco, dopo che nelle settimane scorse erano circolati i nomi di Invitalia, l’agenzia di sviluppo del governo, e de I Grandi Viaggi. Nessuna delle parti chiamate in causa ha rilasciato commenti, ma da Invitalia, però, è stata messa in evidenza la difficile praticabilità di quest’ipotesi, in particolare quella che riguarda il ruolo e la missione istituzionale dell’Agenzia ed i problemi relativi agli aiuti di Stato che impediscono che una società pubblica intervenga per il salvataggio di un’azienda in crisi.

B. C. ha detto...

Unicredit si prende sul groppone 100 milioni di euro di debiti di Blu Holding. Lo fa per benevolenza. Non è che io e qualche altro amico possiamo passare da Unicredit uno di questi giorni?

Dal web

Paolo Rubini ha detto...

Ok, ormai ho capito l'amico Ardoino. È una specie di disco rotto che, indipendentemente da quello che accade nella realtà, seguita a ripetere la solita canzone: va tutto male; è tutto un complotto; è tutto manovrato, forse dalla famosa "spektra", quella dei film di James Bond; ma io (lui) non ci casco!!
Ora, pure contro la Banca d'Italia, anche in anticipo rispetto agli "indignados". Tra un poco, allora, anche contro la Nasa, la Cia, poi l'Istat o l'Eurostat, non appena si azzarderanno a tirare fuori qualche dato positivo sul turismo. Ma secondo voi (Il caro Ardoino ed i suoi lettori "storici"), la banca d'Italia si mette a "taroccare" i dati per fare un favore al Ministro Brambilla o all'Enit? In ogni caso, perchè finora i dati Banca d'Italia andavano bene e non se ne è mai dubitato in questo dotto blog? Il vero "tarocco" sui dati del turismo è quello che si fa in questo blog dove, per sostenere a volte l'insostenibile, si cambia ogni volta la fonte dei propri ragionamenti e delle proprie teorie, cercando quella che funziona meglio. D'altra parte, se faccio un blog che si chiama "tutto sbagliato tutto da rifare", come faccio a parlare positivamente di qualche cosa? Può essere una divagazione creativa ma il filo conduttore deve essere quello, altrimenti devo cambiargli nome. Secondo me il caro Ardoino, consapevolmemte o inconsapevolmente, ragiona così. A questo punto, una proposta (altrimenti faccio come lui che critica ma non propone nulla): fai un nuovo blog e chiamalo "tutto bene tutto ben fatto" e metti i commenti positivi su quello che va bene. Secondo me ne aumenta di autorevolezza sia di questo blog, sia del nuovo. Capisco che criticare è facile, parlare bene di qualche cosa è più difficile e fare proposte costruttive ed analsi oggettive è virtù di pochi, però credo che in un percorso di maturaziome, possa essere anche alla portata di Ardoino. Se poi non ci riesce, avremo tutti la misura delle considerazioni del suo blog!!
Saluti a tutti.

Paolo Rubini

P.S. - ma siete pazzi ad immaginare che metto dei post in anonimo per non mettere il nome?

Luciano Ardoino ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
frap1964 ha detto...

Rubini, lei che è un esperto e, via Promuovitalia, controlla l'Osservatorio Nazionale del Turismo, come spiega l'incredibile e plateale differenza tra i dati di Bankitalia e quelli di ASTAT relativi alla provincia di Bolzano?
Ci illumini in modo costruttivo.
Grazie.

Luciano Ardoino ha detto...

E invece proprio no, caro Rubini, credo che di noi del blog non si sia capita ancora una benemerita mazza.

Prima si sostiene che difendevamo i dati della Banca d’Italia, mentre adesso che abbiamo presumibilmente cambiato si grida allo scandalo.
Embè, e che vuol di?
Di primo acchito si sono dimostrati sempre migliori di altri (quelli della B. d’I.), tipo quelli dei tour operatori stranieri che tempo fa qualcuno di voi elencava alla moda del due per tre e che di veridicità c’avevano solo la loro?
Se adesso si “scopre” che anche questi li sbagliano (ad esempio vedi la differenza con quelli della Prov. di Bolzano e sicuramente più logici) che si deve fare?

Forse che v’abbisogni sentire che il tutto va bene Madama la Marchesa e tira a campà?
O forse questo può servire alla B. d’I per correggere l’evidente errore (a volte capita, per amor del cielo) o forse c’è sotto qualche altra causa che non si può dire?
Solo lassù (dove siede “uno” molto e molto più in alto anche di voi) esiste chi non sbaglia mai, ed anche vero che solo le scimmie non cambiano mai opinione.
Quindi non appartenendo alla specie dei cercopitechi (almeno presumo non avendo il corpo totalmente ricoperto di peli), e non essendoci in terra la perfezione (e se c’è non è certamente per merito vostro), l’opinione la cambio, eccome la cambio quando questa non collima con la ragione.
E ci mancherebbe pure d’altro che non fosse così.
A meno che non si preferisca fare le scimmie, mah; fate voi.
E poi ci sono i detti dei “vecchi” che sovente c’azzeccano “assai”, tipo non quelli sulla fiducia che bisogna avere nei confronti degli altri … e allora perché dovremmo farlo noi?
continua ...

Luciano Ardoino ha detto...

Che poi la Brambilla abbia “condizionato” i dati della B d’I., beh, né io e nessun’altro sul blog, l’ha mai detto!
Questo però non toglie che il resp. di quelli di Bolzano ci sia anche rimasto un po’ (tanto) male a vedersi tagliati i suoi turisti, o no?
Il post in oggetto poneva appunto il dubbio, nonché un “mio” semplice problema d’aver presumibilmente perso la stima in una cosa che credevo un mito.
Intendo la stima per la B. d’I. e non certo la Brambilla.

Ma facciamo un passo indietro, ad esempio a quando la brava Pinna (resp. stampa dell’Enit) mi telefonò per apostrofarmi con l’aggettivo “farneticante” (qualcun altro l’era forse in vivavoce?).
E questo per il semplice fatto d’aver inserito dei dati che smentivano i vostri e che mi pervenivano dal Capo dei dati USA dell’immigrazione turistica (ripeto: il Capo del Dpt. dei dati USA, e non un fagiolino qualsiasi).
A quel tempo sostenevate nel +35% le presenze in aumento degli statunitensi nei primi sei mesi …) e invece …
Poi, dulcis in fundo, si sostiene che da qui si critichi soltanto senza mai dare dei suggerimenti o se si preferisce, senza essere costruttivi.
Beh, anche qua, non ci date in una casa.
I suggerimenti o consigli qui si sprecano, basta leggere bene e con voglia e possibilmente non saltare la riga.
E mi spiego!
La stessa commissione senatoriale (la X) durante la discussione del Codice del Turismo ha presentato un progetto (di frap1964 che sovente scrive in queste pagine e mio) per eliminare definitivamente l’incongruenza nata da Expedia attraverso TripAdvisor, e lo sa che fine ha fatto?
NON L’HANNO LETTA NEMMENO e ancor meno ne sono stati attenti!
E se si va a vedere cosa ultimamente dice il Bocca in merito a questo grosso irrisolto problema, nonché tanta altra bella gente che siede in quelle meritocratiche poltrone e che non sanno che pesci prendere, beh; a volte ascoltare o leggere chi ne sa di più in quella data cosa …
E se poi ha poca considerazione di questo blog … perché ci scrive?
Infine dovrebbe anche sapere che il “lavoro” degli altri si richiede … e se pensa ch’io o gli scriventi sul blog si sia più magnanimi di voi … bontà vostra!

P.S.: Quando arriva un commento (anche anonimo) rimane l’IP che guarda caso corrisponde ad alcuni anonimi!
E lo sappiano anche i suoi superiori (intendo quelli in scala gerarchica) … perché addirittura … vabbè, meglio non dire.
Qualche segreto me lo tengo ben chiuso.

frap1964 ha detto...

Peraltro farei sommessamente notare come questo blog non sia l'unico ad avere qualche perplessità sulle uscite trionfali ministeriali.
Inoltre sarà bene ricordare come notevoli e ripetute critiche siano arrivate nei mesi ed anni passati dagli addetti ai lavori circa l'attendibilità dei dati turistici diffusi da MVB.
A fronte di un ONT che ci costa una bella cifretta/anno.
Purtroppo, caro Rubini, i blog non sono come certi giornali, cui basta passare una cartella stampa opportunamente predisposta nella certezza che al 99% nessuno verificherà quanto vi è riportato.
Con i blog non funziona così.
Tocca farsene una ragione.

Francesco Pedroni ha detto...

Se ne farà una tal ragione che la risposta (dati Bolzano vs. dati Bankitalia) arriverà ai tempi del .....campa cavallo.

:)

Anonimo ha detto...

Ancora bene che ci sono dei blog come questo, altrimenti quante ne passerebbero liscie?

Forza Ardoino e non fermarti mai.

Anonimo ha detto...

Non è la prima volta che bankitalia sbaglia i dati (ved. Rai etc).